Meter denuncia: “neonati violentati da animali e con oggetti

 

Don-Di-Noto

DON DI NOTO: “UNA VERGOGNA. NON POSSIAMO RIMANERE INDIFFERENTI”.

L’associazione Meter guidata da don Fortunato Di Noto denuncia una scoperta raccapricciante: neonati violentati, costretti a fare sesso con animali e adulti, sia uomini che donne, e che utilizzano anche oggetti.

Indagano sulla vicenda la Polizia Postale Italiana del Compartimento di Catania e le Polizie Spagnola e Francese  per i risvolti internazionali.

Non è la prima volta che Meter onlus denuncia questo filone definito anche ‘infantofilia’, lo scorso anno gli esperti ne avevano contati n. 621 come è citato nel Report Meter 2014.

SI PUO’ RIMANERE INDIFFERENTE E NON DENUNCIARE? E’ la domanda che don Fortunato Di Noto dichiara per questa ennesima ed efferata denuncia: “Si vuole ricordare che non è una violenza virtuale, ma così tanto reale che ci fa molto, molto vergognare, e che non possiamo rimanere indifferente senza reagire. Auspichiamo sempre di più indagini approfondite per individuare i soggetti autori di questi crimini, che non sono isolati o marginali. Lo denunciamo da anni, come da anni invitiamo ad una maggiore presa di coscienza e contrasto, oltre alla informazione e prevenzione. Meter onlus – continua don Di Noto – da più di 20 anni è impegnata a contrastare questo crimine contro l’infanzia, un crimine globalizzato e che resta sordo e silente e sempre più grave, per il pigro e indifferente impegno nel contrastarlo”.

 

0 Replies to “Meter denuncia: “neonati violentati da animali e con oggetti”

Lascia un commento