Lentini, Oggi commemorato il vice brigadiere Filadelfo Aparo nel trentanovesimo anniversario della morte per mano della mafia. Autori ancora senza nome

LENTINI. “Commemorare l’anniversario della morte del nostro valoroso poliziotto Filadelfo Aparo all’interno della nuova struttura del commissario è dare il giusto riconoscimento al nostro concittadino e  eroe silenzioso e giusto. Il suo sacrifico esempio per tutti noi”. E’ quanto ha detto il questore di Siracusa Gabriella Ioppolo ieri mattina, a conclusione della  celebrazione eucaristica che si è svolta nella sala conferenze del commissariato di Lentini presieduta dal cappellano della Polizia di Siracusa e Ragusa don Giuseppe Ramondazzo e concelebrata da don Maurizio Pizzo, parroco della chiesa Madre di Lentini per commemorare il trentanovesimo anniversario dell’uccisione del  vice brigadiere, Filadelfo Aparo, lentinese, caduto in un agguato di mafia la mattina dell’11 gennaio 1979 a Palermo. Alla celebrazione, oltre ai familiari, hanno partecipato il sindaco di Lentini Saverio Bosco, il vice questore Marco Maria Dell’Arte, il dirigente della divisione del personale della Questura,   il comandante dei carabineri di Lentini Paolo Pizzo e il vice comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Lentini Sebastiano Cavaliere il presidente dell’Anc di Lentini Andrea Chiarenza e i rappresentanti dell’associazione della Polizia in congedo di Siracusa. Al termine della celebrazione è stata depositata una corona d’alloro sulla tomba di Aparo nel cimitero di Lentini.