Ucsi, Accordo Clam e Ucsi Sicilia per lo studio delle lingue Firmata a Messina la convenzione che mira al completamento formativo dei giornalisti

MESSINA – E’ stato siglato un protocollo d’intesa tra l’Ucsi Sicilia e il Centro Linguistico d’Ateneo Messinese dell’Università degli Studi di Messina  per dare la possibilità agli iscritti a partecipare ai corsi di lingua straniera (inglese, francese, spagnolo, tedesco, arabo e cinese), secondo i moduli contemplati nella propria offerta formativa e a condizioni economiche agevolate. Alla firma hanno partecipato il presidente dell’Ucsi Sicilia, Domenico Interdonato e la presidente del Centro Linguistico d’Ateneo Messinese, Patrizia Torricelli. L’accordo tra l’Ucsi Sicilia e il Centro Linguistico d’Ateno Messinese dell’Università degli Studi di Messina sostenuto dall’Associazione Italiana Centri Linguistici Universitari ha una durata triennale  e prevede tra le sue finalità quelle di assicurare nell’ambito di accordi e convenzioni, attività didattiche  tra i quali  consulenza, formazione, aggiornamento e qualificazione professionale degli iscritti all’Ucsi; questo anche a favore di altre Università, di Scuole, Amministrazioni Pubbliche, Enti pubblici o privati e Associazioni di categoria. Gli iscritti all’Ucsi Sicilia che vorranno iscriversi ai corsi del Centro Linguistico d’Ateneo Messinese potranno usufruire di tariffe agevolate per le diverse tipologie di corso. Il costo dei singoli corsi e delle attività è pubblicato sul sito del Clam (link: clam.unime.it). Gli iscritti ai singoli corsi, dopo aver sostenuto l’esame di competenza linguistica Clam, conseguiranno un certificato Linguistico Clam a norma Cefr. I corsi inizieranno a Messina  e  Noto nella seconda decade del mese di febbraio e si svolgeranno nei Laboratori Linguistici e le aule del Clam,  con sede a Messina in via Luciano Manara, 54, e/o nei Laboratori Linguistici e le aule del Clam di Noto (Sr), presso la sede distaccata al CUMO, via Antonio Sofia, 78. “Siamo contenti di poter dare ai giovani giornalisti e agli operatori della comunicazione iscritti all’Ucsi Sicilia – ha detto la presidente del Centro Linguistico d’Ateneo Messinese Patrizia Torricelli –  un valido aiuto e sostegno professionale per lo studio delle lingue nelle nostre due sedi di Messina e Noto. Conoscere le lingue agevola i giovani ad emergere e a diventare protagonisti nel mondo del lavoro, che oggi è sempre più globalizzato”. Anche il presidente dell’Ucsi Sicilia, Domenico Interdonato esprime apprezzamento per la firma di questo protocollo d’intesa con il Centro Linguistico d’Ateneo Messinese: “Oggi è stato fatto un significativo passo avanti dedicato ai nostri giovani che deve servire al completamento della crescita professionale. Ai nostri giovani offriamo l’opportunità di cogliere  questa ampia  offerta formativa, per lo studio delle lingue straniere proposta dal Clam”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: