Palermo, Premiazione del Concorso fotografico: “La Settimana Santa a Palermo”

PALERMO – “Chi ha il compito di comunicare, aiuta gli altri a interpretare la verità. Lo ha affermato l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, nel corso del seminario di formazione sul tema della 52a Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali e della premiazione del Concorso fotografico: “La Settimana Santa a Palermo” che si sono tenuti nel salone Lavitrano della Curia arcivescovile. L’iniziativa è stata organizzata dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali in collaborazione con la sezione Ucsi di Palermo.

“La Parola è lo strumento della comunicazione. Se tradiamo la Parola, tradiamo l’incontro con l’uomo – ha proseguito l’Arcivescovo – oggi è importante tornare alla bellezza della verità che come dice il Vangelo vi farà liberi”.
La relazione è stata tenuta dal presidente della sezione Ucsi “Unione Cattolica Stampa Italiana”  di Palermo prof. Michelangelo Nasca, il quale ha affermato: “Una Fake news distorce la verità, destabilizza i rapporti interpersonali e favorisce un clima di sospetto e di disprezzo delle persone. Papa Francesco, nel recente messaggio per la 52ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, non esita a definire tutto questo come la “logica del serpente”, “il padre della menzogna” che si fa strada nel cuore dell’uomo con argomentazioni false e allettanti. Ogni uomo, per sua natura, è relazione”;  egli, infatti, porta in sé i tratti caratteristici del dialogo, del confronto, dell’ascolto, del sacrificio, della comunione… in una sola parola di Dio stesso. Nonostante la presenza di tante false notizie, nell’ambito della comunicazione e delle relazioni tra le persone, la verità rimane il desiderio principale del cuore umano, e nello stesso tempo diventa – soprattutto oggi, un importante compito da realizzare”.
Al termine del seminario si è svolta la premiazione del concorso fotografico, organizzato per documentare i momenti più significativi dei riti della Settimana Santa 2018. Le foto sono state giudicate da una Giuria popolare che ha premiato con il 1° posto Gaetano Barone, con il 2° Sabina Meli e con il 3° Paolo Cassata.
“Interessarsi agli eventi della Settimana Santa – spiega il direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali don Pino Grasso – significa innanzitutto fare un viaggio alla scoperta delle radici storiche e culturali del territorio. Le immagini dei riti che si svolgono a Palermo e nei paesi dell’Arcidiocesi, costituiscono un itinerario di forti emozioni e suggestioni alla scoperta delle tradizioni popolari che si vuole consegnare soprattutto alle giovani generazioni”.